by Gigi

Brescia, 17/03/2013 

La Frasba dal Lac tutta, divisa a spezzatino su varie automobili, viaggia nel mezzo della pianura padana sotto un cielo poco rassicurante, pronta ad affrontare la tanto desiderata e agognata, I tappa dei CIU, obiettivo per il quale i ragazzi hanno corso e sudato al freddo e che adesso non vedono l’ora di giocare. I discorsi in auto probabili vagavano su altre mete, viaggi, donne, droghe, ma il tutto era solo una pellicola che nascondeva come una coltre di nebbia le paure e le ansie che potevano trasformare quella domenica in una giornata di soddisfazioni o in una giornata di scleri!

Arrivati in loco, cambiati e pronti nelle nostre divise verdi e gialle siamo in movimento con un certo anticipo per combattere il freddo pungente ma soprattutto perché già la prima partita diventa fondamentale, i nostri avversari, i Pirates di Viareggio sono novelli della serie A ma non vorranno certo sfigurare e noi dovremo farci trovare pronti!

Detto e fatto per una buona volta, l’inizio della partita dei comaschi è straripante, 4 mete di fila dei nostri cannonieri Triolo, Scalise e Clasto fanno subito vedere la voglia e la concentrazione di tutti. Il capitano Kinto sapientemente fa ruotare la squadra che risponde con belle difese e un buon movimento del disco. I due innesti Jake e Vibe collezionano un paio di azioni da meta che danno ulteriore morale al gruppo, la I sfida diventa una prassi e si conclude con il risultato di 17-4.

Senza sollazzarsi della bella vittoria alla prima, la Frasba recupera energie mentali e fisiche in vista della ben più ardua sfida con i campioni della Fotta, squadra bolognese detentrice del titolo nel 2012 e da sempre ai vertici della disciplina.

Nel cerchio pre-partita ci diciamo di non partire sconfitti, ci carichiamo e Sbababam, 0-3 per la Fotta in cinque minuti, quando poi riusciamo a incanalare la nostra adrenalina sui poli positivi ci sblocchiamo e cominciamo a fare qualche meta anche se il rapporto e di due mete loro e una noi. Per dir la verità siamo riusciti ad arrivare sul 4-6 ma gli avversari erano vigili e noi abbiamo sicuramente commesso errori banali che ci hanno inevitabilmente fatto capitolare con il risultato di 8-17 per la Fotta.

Altre due ore di pausa e freddo e una leggera pioggerellina con 2 gradi esterni, che di peggio non si può desiderare! Per ammazzare l’attesa qualcuno preferisce rinchiudersi negli spogliatoi dove il calore è però condito da folate di secrezioni umane che risalivano dai gabinetti iper-usati per tutta la mattinata da più di 100 atleti!

Gli altri masochisti che sono rimasti sotto la pioggia scelgono un approccio da educazione Siberiana e fumano sigarette a nastro calpestando i piedi sul suolo fradicio imprecando!

Finalmente l’ultima partita, di fronte alla nostra linea si dispongono i CP di Imola, squadra giovane ma che è stata in grado di mettere sotto nella partita precedente i forti atleti di Bergamo, sesti negli scorsi CIU.

Per tutti fin dalle prime mete diventa chiaro che questa è una partita da giocare al massimo, noi reduci dalla scoppola contro Bologna e loro reduci dal trionfo contro Bergamo. Si avanza punto a punto, mini break fanno avanzare di un punticino gli uni e gli altri ma la partita è da coltello tra i denti per entrambi! Il fair-play la fa comunque da padrone, fortunatamente non abbiamo bisogno di arbitri per rendere questa disciplina uno sport vero! Sul finale la nostra voglia di vincere e il loro calo fisico ci hanno permesso di allungarci a mo’ di centometrista sulla linea di traguardo e di portare a casa un altro punto con il punteggio di 12-9.

La Frasba c’è!!!

Doccetta e tutti a bere uno strameritato spritz spacca fegato prima di tornarsene a casa, rinfreddoliti ma con il sorriso!!

Categories: Tornei