In un week end ad alte temperature i caldissimi frasba in carovana raggiungono un lago di minore importanza su sponda tedesca per esaltare di fronte ai simpatici teutonici le proprie grazie!!

È infatti una formazione, quella di questa frasba, che vanta anche il supporto delle capaci milanesi Alina e Foglio e vede inoltre l’ esordio di Antonio, successivamente ribattezzato Spina.

Una cosa alla volta però!

Si parte il sabato dopo un venerdì dove la frasba la fatta da padrone al welcome party con DJ Scalise alla console; il risultato è che alla prima partita proprio  contro I Sudsee di Costanza ci ritroviamo sotto di 4 in men che non si dica. La paura che si prospetti un weekend di sconfitte è subito cancellata dall’ entusiasmo del riaggancio divenuto tale grazie alle giocate fruttuose del talentuoso God e del Nazionale Veterano Soma con le finalizzatrici Ale&Alix, belle e brave, come si confà ad ogni signorina che veste Frasba!!!

La spuntiamo noi di una metà, segno che Costanza per la Frasba non sarà più un tabù, il 16esimo posto del 2007 è acqua passata ed ora i nostri obiettivi sono ben altri.

Il secondo match lo giochiamo contro una squadra seria, se non fosse per il colore delle loro maglie, gli Outers Nationals dallo stile giamaicano ci fumano senza troppe difficoltà, più per demeriti nostri che per meriti loro, non si contano infatti i dischi persi o gettati nell’ oblio, finisce 9-4 ma effettivamente il divario, anche se non così ampio, tra le due formazioni c’è!

Ancora un’ ora e affrontiamo gli elvetici di Losanna, i Flyhigh ,formazione che conosciamo bene, ostici e determinati così come lo siamo noi. I due rivali sudano e corrono, andiamo sopra di 2 mete noi poi loro ci riacciuffano e ci sorpassano, il solito azzardo di Gigi con uno scriteriato Hammer, trova la fantasmagorica presa di Beppe in metà che ci riaggancia alla rivale, l’ ultimo punto è ancora Frasba.

Con questa Vittoria siamo secondi nel girone il che vuol dire che abbiamo ancora un match da giocare, questo recovery game rimanda ancora di un’ ora la possibilità di bersi una quantità smoderata di birra, sottolineo il fatto gradito a tutti che la birra costava 1 € a bottiglia!!! 1 € A BOTTIGLIA!!!

Assetati e Determinati nel voler finire il più in fretta possibile la Frasba parte sprint e si porta 6-0 contro i malcapitati Maultaschen di Tubingen, che solo per l’ impronunciabilità del nome meritavano un’ asfaltata, ma il nostro cuore buono e le gambe molli e distratti forse anche dal brutto infortunio che  “sangue freddo” Vero ha subito al pollice dopo una gran presa in tuffo ,hanno permesso agli avversari un recupero parziale, che appena divenuto pericoloso ha rimesso in moto il gioco fluido Frasba che ci ha così permesso di essere  protagonisti tra le prime 8 la domenica.

Galvanizzati dalla positiva situazione sportiva è arrivato il momento di festeggiare con delle birre.

Antonio è tra noi che sorseggia felice e si gode la sua prima con la Frasba, ignaro che Jerome e compagni stavano preparando per lui un disco contenente 5 birre, rituale obbligatorio per un maggiorenne che affronta per la prima volta un torneo con la Frasba.

Antonio parte determinato ma si lamenta della temperatura non ideale della birra, che, si sa, quando è calda fa tanta schiuma!

Questo fattore lo mette subito fuori gioco per il record che detiene Clasto, che si è bevuto il disco in poco più di un minuto, l’ imprevedibile però è se si può ancor più esaltante di un record, o meglio, credo diventi record stesso il fatto che Antonio, indomito, continua a fatica a sorseggiare birra calda dal disco e con disgusto generale riversa copiosa schiuma mista a succhi gastrici nei bicchieri che raccatta sul tavolo, alla fine riversa questa sua produzione in almeno 5 bicchieri da 33 cl e alla fine finisce pure di bersi il disco. Inutile dire che il party serale lo ha saltato a piè pari! Così naque  SPINA!

Il giorno dopo, acciaccati e con in testa la performance di Spina ci troviamo carichi come molle al campo 3 per lo sfidone importantissimo per poter accedere tra le prime quattro. I nostri avversari, sono i temutissimi Freespeed di Basilea che però sembrano delle pecorelle spaventate quando il tabellone score indica un rotondo 3-0 Frasba. L’ ansia di gestire una situazione di vantaggio importante ci distrae oltremodo e commettiamo errori di scelta dettati dalla fretta e dalla poca lucidità, tuttavia si arriva vicini allo scadere ancora sul 5-4 per noi, con disco al loro attacco. Il tattico Beppe, presenza fissa in campo opta per un cambio di difesa con coppa a 4 vicino alla loro zona di meta. Disco giù e così la frasba ha la ghiottissima occasione di chiudere sul 6-4. ancora una volta però perdiamo il disco, loro pareggiano e sulle ali dell’ entusiasmo portano a casa la partita. Peccato.

Il sogno premonitore di Gigi però indica i comaschi al quinto posto e così dopo la rivincita contro i flyhigh di losanna, partita ancora vinta di un punto, ci giochiamo il 5-6 posto contro i disconnection di Friburgo. L’ oracolo viene onorato e dopo una partita giocata con il cuore ma direi anche con la calma dei forti la Frasba chiude la sua avventura con la vittoria che la consacra al quinto posto.

Un buon risultato, non il migliore possibile ma di tempo per crescere ne abbiamo, la volontà e lo spirito pure perché

FRISBEE VOLANT  FRASBA MANENT

By Gigi!

more pics here!

Categories: Team, Tornei